Al fine di tutelare in maniera assoluta la salute dei pazienti, al termine di ogni procedura operativa il personale assistente ed ausiliario provvede alla sanificazione sterilizzazione dei ferri chirurgici e degli strumenti odontoiatrici utilizzati, seguendo linee guida internazionali e rigidi protocolli.

La prima fase di tali manovre prevede la decontaminazione dei residui grossolani (residui biologici macroscopici, depositi di materiali odontoiatrici come cemento, resine…) mediante operazione di lavaggio a mano con soluzioni ricche di Ammonio Quaternario, bagno degli stessi strumenti nella vasca ultrasuoni e successivo passaggio nel Termodisinfettore.

Imbustatura degli strumenti ed inserimento degli stessi nell’ Autoclave a vuoto frazionato di ultima generazione.
Presso la nostra struttura viene ulteriormente adottato uno specifico test che permette di verificare il corretto funzionamento e l’efficacia delle procedure di sterilizzazione.

Test di Bowie Dick
Prevede l’utilizzo di un foglio indicatore il cui cambiamento di colore uniforme (dal blu al nero) evidenzia il corretto funzionamento dell’autoclave, la quale viene controllata almeno due volte all’anno con appositi test batteriologici.